sabato 25 febbraio 2017

MILANO FASHION WEEK A/I 2017 -2018 La strada



                                           
Siamo nel pieno della Milano Fashion Week . Avevo intenzione di scrivere anche, con corredo foto, sulle persone che incontravo nelle vie milanesi, con dettagli particolari. Ieri ero in via della Spiga per una presentazione. All’improvviso vedo una bellissima signora molto chic. Le chiedo se posso fotografare il dettaglio di come aveva indossato un grandissimo foulard. Mi dice di sì. Poi mi fa vedere che sotto è fermato anche nel giro intorno al collo da una collana oro con fermaglio guarnito da pietra. A quel punto le chiedo se posso fotografare anche lei. Gentilissima acconsente. Il grande foulard è un pezzo vintage di un famoso marchio italiano, come la collana. Mi pento di non averle chiesto come l’aveva indossato, ma non volevo essere indiscreta. Vera eleganza. Poi arrivo in Sant’Andrea. La prima persona che incontro: pantaloni alla caviglia larghissimi neri pois giallo lime, giacca a righe larghe circa 2 cm, rosso, verde, bluette. Tonalità stonate. Scarpe con pelliccia  sul dietro color pesca. Sono inorridita. Ho chiuso la macchina fotografica. Foto copyright mgrazia toniut

sabato 17 dicembre 2016

REGALI DI NATALE 2016


                                     
Siamo giunti al periodo natalizio. Vi propongo alcune idee . Iniziamo da  Burberry . Beauty : Gold Glow - Gold Shimmer. Illuminare il viso con questa cipria compatta, leggera, dorata, con particelle illuminanti. Intrisa del profumo My Burberry. Fiocco in rilievo e confezione dorata.  Edizione limitata per Natale. Shimmer Dust – Gold Glitter : con brillantini sfusi da applicare su viso e corpo. Magari da applicare sotto e ciglia inferiori. Profumi.  My Burberry Eau de Parfum Festive ,con scintillanti fiocchi dorati. Un’essenza floreale con note di testa di pisello odoroso e bergamotto. Cuore di foglia di geranio, mela cotogna e fresia. Note di fondo di patchouli, rosa damascena e rosa centifolia . Flacone con tappo effetto corno color oro metallizzato .Nodo in gabardine con brillantini dorati, ispirati al trench coat. Edizione limitata e possibilità di aggiungere iniziali. My Burberry Black :nuova fragranza. Reinterpretazione del famoso profumiere Francis Kurkdjian e Christopher Bailey. Aromi di fiore di gelsomino scaldato dal sole e di nettare di pesca con tocco di rosa. La nota di rosa nel cuore vira verso una sfumatura candita dolce mentre l’intenso patchouli ambrato la completa. Il flacone dal color ambra intenso ha un elegante tappo scuro effetto corno e nodo nero realizzato a mano in gabardine. Iniziali da incidere nella parte anteriore del flacone. Borse : pochette e tracolle in vari modelli. Per la sera : la Mini Buckle Tote in pelle metallizzata, o le Patchwork con decorazioni diverse, pellami, colori. Per il giorno pratiche: The Bridle in alligatore e motivo Haymarket check. Tracolla a spalla in pelle di alligatore con borchie. Oppure The Banner in pelle a grana e cotone con motivo tartan House check intessuto in Inghilterra, impreziosita da applicazioni tono su tono.  Per la casa le candele realizzate a mano.  Sei fragranze create dal  profumiere Francis Kurkdjian.  Nella boutique in Via Montenapoleone 12 , Milano, fino alla Vigilia di Natale : un fiorista realizzerà a mano ghirlande natalizie personalizzabili da acquistare. 7 alberi di Natale alti oltre 2 metri, poi varie iniziative : una calligrafa personalizzerà note di auguri scritte a mano, domenica 18 dalle ore 18.00 quintetto di ottoni suonerà dal vivo brani natalizi,e molto altro. Per la musica Burberry in collaborazione con Elton John presenta il cofanetto di vinili in edizione limitata contenente sei dei suoi classici album . Selezionati da Elton John. Rimasterizzati pubblicati per la prima volta fra il 1970 e il 2001 e un album mai pubblicato in precedenza su vinile. Il cofanetto Burberry numerato singolarmente è cosparso di brillantini dorati e personalizzato con la firma incisa di Elton John in lettere dorate. Gli LP in vinile da 12 pollici da 180 gsm includono tutti i disegni e le note di copertina originali. Gli album sono stati rimasterizzati dal leggendario ingegnere Bob Ludwig partendo dai nastri originali e il vinile è stato registrato presso i famosi Abbey Road Studios di Londra. In Italia, il cofanetto sarà disponibile presso le boutique di Via Montenapoleone a Milano e di Via Condotti a Roma. Lanificio Luigi Colombo : Montgomery in cashmere double,  dall’aspetto zibellinato con cappuccio in bouclè E’ impreziosito da alamari in corno con le chiusure ad occhiello in pelle. Tra gli accessori : cappello e guanti in maglia con bordi in cincillà.  Lussuosa la blusa in maglia, reversibile,  di cachemire con interno in crêpe de chine e  collo . Non possono mancare i grandi vini.  La Maison de Champagne Krug, perfetti con il caviale,  propone una  Christmas Collection 2016: Krug Clos du Mesnil 2002  :Champagne unico. Colore dorato del grano maturo. Aromi di agrumi, spezie e noci leggermente tostate. Al palato, è preciso, puro, fresco. Krug Grande Cuvée 163ème Édition Customizable Institutional Giftbox  : edizione limitata. Si può personalizzare la targa del cofanetto con il nome.Krug Grande Cuvée Trois Edition Caisse Bois : cofanetto con 2 bottiglie di Krug Grande Cuvée 160ème Édition, 2 bottiglie di Krug Grande Cuvée 161ème Édition e due bottiglie di Krug Grande Cuvée 162ème Édition. . Edizione limitata. La Maison Laurent-Perrier propone le sue cuvée . Aperitivo con Grand Siècle, la cuvée de prestige della Maison: aromatico grazie all’insieme di dei vini di tre eccellenti annate millesimate provenienti dalle cantine di Laurent-Perrier. Ideale anche in abbinamento a gamberi, pesci, volatili. Champagne rosé: la Cuvée Rosè da abbinare a pesce crudo, salumi e formaggi cremosi. Aroma di piccoli frutti rossi, tinta color lampone verso nuances salmonate. Bottiglia in stile Henri IV. Per Natale confezioni esclusive: un nastro avvolge la bottiglia, formando disegni geometrici sull’astuccio e si declina in spirali color oro rosa per l’iconica cage. Sulla tavola non può mancare un prodotto dell’eccellenza italiana : l’aceto balsamico dell’ Acetaia Leonardi. Unico il Balsamoro Diamond :  con  150 travasi ! Un  condimento Balsamico esclusivo.   Sapore agrodolce,  Dona un tocco particolare ai piatti anche dolci. Personalmente ne metto una goccia sulle ostriche in purezza. Oppure gamberi rossi di San Remo:  crudi o negli spaghetti come tocco finale. Si può utilizzare anche in purezza come digestivo.  Nel suo lungo invecchiamento ha acquisito  le peculiarità tipiche di ogni legno. Confezione : la bottiglietta impreziosita da un cristallo multi sfaccettato  è in uno “scrigno”  rivestito da 3840 SWAROVSKI® ELEMENTS con taglio a brillante. Ogni pezzo è unico, confezionato a mano con certificato di autenticità. Solo su ordinazione.  Altra prelibatezza sono le Perle di Balsamico : il “caviale dell’aceto”, in perle. Mia ricette : insalata con valeriana, pomodorini, pistacchi, perle di balsamico. Oppure tagliatelle verdi al peso , pennette zucchine e bottarga, spinacini zucchine e bottarga, peperoni arrostiti. Aggiungere qualche perla a crudo alla fine:si sciolgono in bocca .Una sensazione unica ! L’Acetaia Leonardi risale al 1871. Utilizza esclusivamente le proprie materie prime. Fornitori della famiglia reale del principato di Monaco, prestigiosi riconoscimenti a livello mondiale.Az. Agricola Leonardi Giovanni | Via Mazzacavallo, 62 | 41043 - Magreta di Formigine (Modena) tel  059 554375 | | e-mail info@acetaialeonardi.it . Le ostriche sono la mia passione ! In particolare quelle francesi  . nell’Isola d’Oleron e nel Bacino di Marennes. Spéciale de Claire : forma regolare e  spessore,  concava e ciò dona un volume molto importante e consistente  alla polpa. Sensazione in bocca di equilibrio tra dolcezza e  salinità. Pousse en Claire Label Rouge (Marchio rosso nel 1998 ). E’ di Marennes Oléron  ,è eccezionale ! Da assaporare anche  al naturale. Guscio particolare. Foto ostriche per gentile concessione-copyright.  http://www.huitresmarennesoleron.info/ http://www.ile-oleron-marennes.com. www.france.fr. Tartufi : il nuovo  Truffle Restaurant e Cocktail Bar di Savini Tartufi all’interno di NH Milano Palazzo Moscova. Esperienza per voi o per un regalo gourmet. Lo chef Emil Cerioli , menu a la carte, propone una cucina di alta qualità. Tra i piatti : antipasti, il tagliolino al tartufo, l'uovo 62 al tartufo e la mattonella Dai Dai con miele al tartufo. La  materia prima viene esaltata dall'abbinamento al tartufo fresco di stagione. Arrivano dalla Toscana dove si trova l’azienda Savini. Dal Tartufo Bianco per eccellenza, il “Tuber magnatum Pico”, al  nero pregiato,  al nero scorzone invernale, al tartufo nero scorzone estivo , al  tartufo bianchetto . Viale Monte Grappa, 12, Milano. tel. 02 62087322. Antiquariato da Elvira Cattaneo.  Set di piatti antichi  Hohenberger, Germania, con bordo in oro. Preziosi vasi di Guido Andloviz , con raffinato decoro orientale in ceramica.  Coppia di bicchieri in cristallo ( coppa e tulipe ) anni ’40. Vasi Impero italiano. Regali di classe senza tempo. Altre proposte in negozio. Elvira Cattaneo, Via Caminadella 18, Milano, tel.02.43121934. Oppure da Venini  le nuove collezioni , i pezzi iconici, nell’esclusivo spazio di via Monte Napoleone 10 a Milano. Vasi, lampadari, sculture. Regali per le amiche più easy da Pandora : orecchini, anello, collana in oro 14 k con zirconia cubica. Oppure i gioielli in Argento Sterling 925. Pendente  anello, orecchini  con pietre luminose e sfaccettate. Charm Gioiello Blu Notte , Charm Gocce Scintillanti Blu Intenso. Evocano i fiocchi di neve, il ghiaccio, i fiori invernali. Colori dedicati. Da Badura la clutch Luisa :  vestita da una vera e propria colata d’oro .E’ una borse icona della stilista di origini polacche. Tavola  idee allestimento. Tovaglia in seta verde smeraldo sfumato, centrotavola con orchidea ( tagliare i fiori centrali ), dipingere in oro una sua foglia, tovaglioli ce riprendono i colori del fiore. Tovaglia in tessuto beige rosato, ( anche in satin ), tovaglioli etnici, centrotavola in delicati colori metallizzati argento-marrone , questo è di Harrods Londra. Rami per guarnire. Prosciutto San Daniele DOP  friulano. Idea regalo . Ecco due loro ricette. Cioccolatino di San Daniele, ricotta e carciofini. Ingredienti per 6 persone 8 fette di prosciutto di San Daniele ,70 g di ricotta fresca ,40 g di carciofini sott’olio ,30 g di burro . Sale, pepe q.b. Scolare i carciofini, asciugarli dall’olio in eccesso con carta da cucina e frullarli al robot. Unire alla purea di carciofi la ricotta fresca, il burro a pomata (morbido, ma non fuso) e mantecare il tutto, regolare con sale e pepe. Rivestire una piccola pirofila rettangolare con della pellicola trasparente. Disporre sul fondo due fette di prosciutto e spalmarle con un sottile strato di farcia ai carciofi. Ripetere  l’operazione fino ad esaurimento degli ingredienti, facendo sì che l’ultimo strato sia di prosciutto.  . Mettere in frigo  per 4 ore. Toglierla e tagliarla a losanghe, con l’aiuto di un coltello ben affilato, la cui lama sarà stata immersa in acqua calda. Servire i “cioccolatini” in pirottini di carta oleata. Chicche di patate al pesto leggero di basilico, San Daniele e ricotta affumicata. Ingredienti per 4 persone Per le chicche: 500 gr. di patate, 150 gr. di farina 00, 1 tuorlo d’uovo, 1 pizzico di noce moscata, sale. Per il pesto leggero: 50 gr. di foglie di basilico, 10 gr. di pinoli tostati, 100 ml. d’olio evo.20 gr. di Grana Padano, sale, pepe .Per la finitura: prosciutto di San Daniele, ricotta affumicata. Lavate le patate e lessatele con tutta la buccia in acqua salata finché non saranno morbide per farne una purea. La cottura varia in base alla dimensione: per patate  medie bastano 25 minuti. Poi pelatele, schiacciarle sulla spianatoia.  Quando sono fredde impastatele con la farina, il tuorlo d’uovo, un pizzico di sale e  uno di noce moscata. Con l’impasto formate delle palline grandi come  una nocciola: sono pronte per essere cotte. Potete preparare il pesto mentre attendete che l’acqua giunga a ebollizione. Riunite nel boccale di un robot il basilico, i pinoli tostati, il Grana Padano, un pizzico di sale e pepe. Avviate il robot e versare l’olio extravergine a filo. Frullate fino a che il pesto risulterà liscio. Quando l’acqua inizia a bollire, aggiungere un cucchiaio di sale e versare le chicche. Lasciatele in acqua finché non verranno a galla  poi scolate. Circa un minuto. Nel frattempo far scaldare il pesto in una padella antiaderente con  pochi cucchiaini dell’acqua di cottura delle chicche.  Mettere le chicche con il pesto nella padella. Lasciatele insieme per qualche secondo. Completare il piatto: rivestite il fondo e i bordi di una coppetta con le fettine di Prosciutto di San Daniele. Posizionate le chicche al centro e guarnite con un ciuffetto di ricotta affumicata grattugiata. Jarit : proposte gastronomiche  in un vasetto di vetro monoporzione . Per le feste nel menù : Riso al salto al vino rosso, fonduta di toma , granella di nocciole   Chef Luca  Zecchin – Ristorante Guido da Costigliole   - Stefano Belbo . Gluten free. Trancio salmone con finocchi alla sambuca. Chef  Lorenzo Secondi - executive chef Jarit . Cubi di trota salmonata con crema di carciofi, spinaci e castagne Chef Badissarrutti  – Isola Rizza.  Panettone di Milano, salsa al mascarpone ..Possono essere conservati in frigorifero per 18 giorni senza subire alterazione chimica ed organolettica. Prima del consumo riscaldare il vasetto per pochi minuti in un forno a microonde o a bagnomaria. Milano – Piazza Santo Stefano. Qualche piccolo consiglio: stilare una lista delle persone che riceveranno i regali ponendo molta  attenzione ai loro gusti. Deve essere dedicato a loro. Vale anche per i biglietti augurali. Carte pregiate, belle quelle giapponesi.







































mercoledì 14 dicembre 2016

REGALARSI UNA VACANZA DA SOGNO AL CANEEL BAY RESORT CARAIBI


                                     
Per le vacanze perché non regalarsi o regalare una vacanza da sogno al Caneel Bay Resort , in una penisola privata, nel cuore del Parco Nazionale delle Isole Vergini, sull’isola di St. John. ? Sette spiagge, di cui sei private. Scott Beach con splendidi tramonti, Turtle Bay intima baia panorama sulle isole vicine e gentili brezze.  Caneel Beach, Little Caneel Beach, Paradise Beach, Beach e Hawksnest Beach “ selvaggia “. La Honeymoon Beach è l’unica spiaggia “inabitata”, in quanto non vi si affaccia alcuna camera del Resort. Sarete immersi nella natura. Relax .Siamo ai Caraibi. Fu fondato da Laurance S. Rockefeller , miliardario magnate della finanza, filantropo e ecologista ,nel  dicembre del 1956 e quest’anno festeggia 60 anni. Anticipando il concetto di  eco-luxury . Tutto in armonia con l’ambiente .  Dormire.  Particolare il Cottage 7 : situato in posizione  appartata sulla Paradise Beach. Vista panoramica. Patio privato. 5 camere da letto, letti a baldacchino in stile coloniale, finiture di pregio. Un tempo residenza della famiglia Rockefeller. Ha ospitato  numerose celebrità. Anche le altre camere hanno interni, in stie  caraibico, mobili fatti a mano, tessuti pregiati, patio o terrazzo, vista delle spiagge, mare, giardini tropicali. Cottage Paradise beach, Hawknest fronte  mare.  Niente televisioni  e telefoni .Ristoranti e Bar. Posizioni previlegiate, ricche di atmosfera. Varie proposte nei menù. Alta qualità dei prodotti sempre freschi. Executive Chef Nicholas Arnold e il suo team che seguono  Turtle Bay Estate House, Caneel Beach Terrace e il Caneel Beach Bar & Gril, dinning pivati e room service.  Lo chef utilizza prodotti locali ( nella foto con un red snapper ) freschi. Pesce ( come  la prelibata  aragosta dei Caraibi) carne, verdura, frutta. Anche biologici di un'azienda vicino a St. John. Proposte caraibiche e rivisitazioni. Turtle Bay Estate House: cene a base di piatti della cucina americana contemporanea. E’ situato su un promontorio panoramico. Elegante la “Plantation House” del 18° secolo. Sulla Veranda si può prendere il tè pomeridiano , un cocktail, e durante l’alta stagione, prime colazioni e pranzi a buffet. ZoZo’s at the Sugar Mill:  posizione incantevole e suggestiva.  Sorge sulla sommità dello zuccherificio del 18° secolo ( (all’interno della proprietà del Caneel Bay).Offre cucina  del Nord Italia rivisitata in chiave caraibica: dalla pasta fatta in casa al famoso mahi-mahi in crosta di pistacchi. Gestito dal famoso ristoratore John Ferrigno . Cene  romantiche e appartate possono essere servite presso le rovine dello zuccherificio, lume di candela  e torce. Vista imperdibile su St. Thomas. The Sushi Bar:  sushi,  sashimi,  rolls  e altre proposte. Fa   parte del Caneel Beach Bar and Grill. Caneel Beach Bar: situato sotto la Sunset Terrace, è costruito con la tipica pietra locale e ha un bancone in mogano. Vista sulla Caneel Bay Beach.Tramonto imperdibile  dietro St. Thomas . Insalate, sandwiches, cocktail, drink dopo cena. Il mercoledì pomeriggio, gli ospiti possono vengono incoraggiati ad inventare speciali cocktail al rum. Caneel Beach Grill: piatti leggeri tra cui insalate, hamburger, panini caratterizzati dal singolare gusto della cucina fatta in casa degli anni ’50.E’ un open-air bistro aperto tutto il giorno, la sera musica dal vivo. Caneel Beach Terrace sulla spiaggia Caneel Beach.  Cucina a vista con forno a legna e zona griglia. Ricchi breakfast e pranzi a buffet. Grand Buffet il lunedì sera  .Anche qui ingredienti freschi e salutari. Sopra al Caneel Bay Bar, con vista,  si trova la Sunset Terrace : cocktail e snack in terrazza. Cannella: gelateria italiana del Caneel Bay caffetteria . Gelati artigianali con prodotti  freschi di alta qualità. Sfiziosi panini, degustazione di caffè e cappuccini. Desiderate fare un Picnic Lunches ? A disposizione un vasto assortimento di panini, frutta fresca e formaggio. In questo paradiso caraibico il clima è salutare e semi-tropicale, brezze fresche durante la notte per tutto l’anno. Temperatura media sui 26 gradi. Servizi esclusivi . Possibilità di avventurarsi nel bellissimo Parco Nazionale percorrendo sentieri alla scoperta delle oltre 500 specie di piante, da soli o con l’assistenza dell’orticoltore del Resort, o praticare di jogging immersi nella natura. Nuotare, fare windsurf nella zona del parco marino, escursioni in barca, pesca d’altura, crociere al tramonto con cocktail e BBQ in spiaggia . Immersioni diurne e notturne. Fitness Center aperto 24 ore su 24, struttura indipendente situata nella zona dei giardini.  Massaggi al centro massaggi o nelle cabanas vicino alla spiaggia. Tè pomeridiano gratuito con pasticcini, biscotti fatti in casa e canapés. E molto altro. Caneel Bay Resort è  raggiungibile da St. Thomas con un trasferimento in barca privata, di circa 35 minuti, organizzato dal Caneel Bay sugli orari di arrivo e di partenza dei Clienti dall’aeroporto di St. Thomas (STT).  Caneel Bay P.O. Box 720, Cruz Bay, St. John. U.S. Virgin Islands 00831-0720 Tel. 001 340 776.611















venerdì 9 dicembre 2016

MILANO LA SPIRITUALITA’ AL FEMMINILE di TENZIN PALMO


                                     
Dal 13 al 18 dicembre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con MC Editrice,  ci sarà la presentazione del primo libro italiano sugli insegnamenti di Tenzin Palmo Gli insegnamenti di una maestra del buddhismo tibetano trascritti e commentati da Jacques Vigne (MC Editrice, 2016). Tenzin Palmo è di una delle prime donne occidentali ad essere ordinata monaca del buddhismo tibetano e a ricevere il titolo di Venerabile Maestra. Sarà presentato al MIC giovedì 15 dicembre alle ore 17.30 alla presenza dell’autore, ricercatore e psichiatra francese Jacques Vigne e di Michela Bianchi, fondatrice e direttrice di MC Editrice. Il libro ci aiuta a conoscere , il pensiero buddhista nella tradizione tibetana dal punto di vista di una spiritualità femminile. Attraverso l’esperienza diretta. “ La spiritualità al femminile “ prevede anche  tre docu-film in anteprima milanese. Due raccontano il percorso esemplare di Tenzin Palmo.  Uno  è dedicato alla figura del grande saggio Vijayânanda, medico francese (1914-2010) maestro dello stesso Vigne, che dopo un incontro con la saggia indiana Ma Anandamoyi abbandonò tutto e cominciò una vita itinerante alla ricerca di se stesso; Una donna straordinaria / Une femme remarquable (Sabine Michelin Pigeon, 2013), appassionante intervista dove Tenzin Palmo racconta il percorso verso la Realizzazione del Sé; Una grotta nella neve / Cave in the Snow (Liz Thompson, 2002) che ricostruisce le tappe della vita straordinaria di Diane Perry - nota in tutto il mondo col nome di Tenzin Palmo, e Vijayânanda. Un cammino di saggezza (Olivier e Luc Maréchaux, 2001), dedicato invece alla figura del grande grande saggio e maestro di Jacques Vigne. Dal 13 al 18 dicembre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Viale Fulvio Testi 121, Milano info@cinetecamilano.it t. 02 8724 2114






LIBRO I Sughi e le Salse nella cucina della tradizione regionale




                                          
“I Sughi e le Salse nella cucina della tradizione regionale” è un libro che l’ Accademia Italiana della Cucina ,dedica alle  ricette tipiche della tradizione culinaria locale regionale. Ricette originali, riferimenti storici , aneddoti. Rappresenta anni di ricerche e studi da parte dei Centri Studi Territoriali dell’Accademia Italiana della Cucina.I piatti di queste ricette vogliono mettere in risalto il ruolo del sugo e delle salse. Elementi importanti per esprimere appieno come un condimento può creare armonia perfetta alla pietanza. Anche a quella più semplice . Non solo rappresenta “ un viaggio nella memoria “ : profumi, sapori, indimenticabili. 70 ricette: le regioni italiane sono rappresentate da Nord a Sud . Ad esempio per il Nord : ToÇ in Braide ( sugo del campo ) –Friuli Venezia Giulia . . . Ingredienti: per la polenta: 200 g di farina di mais macinata sottile, 2 dl di acqua, 2 dl di latte, sale. Per la salsa: 300 g di formaggio di malga, ricotta fresca e caprino, 1 dl di latte. Per il condimento: 100 g di burro, 50 g di farina di mais. Preparazione: cuocere la polenta come al solito lasciandola piuttosto morbida.  A parte fondere a bagnomaria i formaggi con il latte e frullare il tutto fino a ottenere una crema piuttosto liquida. In un tegame rosolare il burro e la farina di mais finché diventeranno color nocciola. Servire in piatti singoli la polentina calda, versarvi sopra un mestolino di crema di formaggi e condire con qualche cucchiaio del fondo di burro e farina di mais. Bagna Cauda Piemonte Ingredienti (per 12 persone): 12 teste di aglio, 6 bicchieri da vino di olio extravergine d’oliva, 1 bicchierino di olio di noci, 600 g di acciughe rosse di Spagna. Preparazione: tagliare a fettine gli spicchi d’aglio precedentemente svestiti e privati del germoglio. Porre l’aglio in un tegame di coccio, aggiungere un bicchiere d’olio e iniziare la cottura a fuoco bassissimo mescolando con il cucchiaio di legno e avendo cura che non prenda colore. Aggiungere poi le acciughe dissalate, diliscate, lavate nel vino rosso e asciugate, rimestandole delicatamente. Coprire con il restante olio e portare l’intingolo a cottura, a fuoco lento, per una mezz’ora, badando che non frigga. Al termine della cottura si potrà aggiungere, se piace, un sapore più morbido: un pezzetto di burro freschissimo. Versare la bagna negli appositi “fujot” (recipienti di terracotta con scaldino) preriscaldati e accompagnarla con le seguenti verdure: crude: cardi gobbi di Nizza, topinambur, cuori di cavolo bianco, indivia e scarola, peperoni freschi e sotto graspa (aceto), cipollotti inquartati e immersi nel vino Barbera; cotte: barbabietole rosse, patate lesse, cipolle al forno, zucca e polenta fritta, peperoni arrostiti. Salsa con cetrioli freschi – Lombardia . Fresca e gustosa. Salsa con i cetrioli freschi Lombardia . Ingredienti: 500 g di cetrioli, ½ lt di cagliata, 2 cucchiai d’olio, 1 cucchiaio di aceto, 1 cipolla, 3 spicchi d’aglio, sale, pepe di Caienna. Preparazione: grattugiare i cetrioli, sbucciati e privati dei semi; salare e lasciar riposare. A parte, mescolare la cagliata con l’olio, l’aceto, la cipolla tritata, gli spicchi d’aglio schiacciati; unirvi il purè di cetrioli, ben strizzato in un panno pulito, continuando a mescolare. Infine, salare e pepare. Per il Centro : Spaghetti cacio e pepe- all’uso di Roma.  Unici. Ingredienti: 350 g di spaghetti grossi, 100 g di pecorino grattugiato, sale e pepe. Preparazione: in una pentola portare a bollore abbondante acqua salata e cuocere gli spaghetti al dente. Scolarli ma non troppo e versarli in una zuppiera calda unendo alcuni cucchiai di acqua di cottura, il pecorino grattugiato, il pepe macinato di fresco e mescolarli a lungo perché gli ingredienti si amalgamino bene. Servire caldi.

 Bucatini all’amatriciana - all’uso di Roma. Ingredienti: 350 g di bucatini, 150 g di guanciale, 400 g di pomodori perini maturi o “pelati”, 1 peperoncino rosso, olio d’oliva, pecorino di Amatrice o romano grattugiato, sale. Preparazione: tagliare il guanciale (o in mancanza di questo, la pancetta) a fette e poi a rettangolini; farlo rosolare in una padella con 3 cucchiai d’olio. Appena inizia a prendere colore, unire i pomodori spellati, privati dei loro semi e tagliati a pezzi, insaporire con il peperoncino sbriciolato e poco sale. Cuocere a fuoco vivace per dieci minuti. Lessare i bucatini in acqua salata, scolarli al dente, metterli nella padella con la salsa, incorporarvi un po’ di formaggio, mescolare e servire subito con altro formaggio a parte. Se a questa pasta si toglie il pomodoro, avremo la pasta alla gricia. Non mancano  piatti dedicati alla cacciagione. Per il Sud : saporita la  Pasta con le sarde - all’uso di Palermo. Ingredienti: 400 g di pasta (preferibilmente bucatini), 500 g di sarde fresche, 1 mazzo di finocchietti selvatici, 1 cipolla, 3 acciughe salate, 20 g di uva passolina, 20 g di pinoli, 1 bustina di zafferano, pangrattato, olio extravergine d’oliva, sale e pepe. Preparazione: pulire e lessare i finocchietti selvatici, in acqua salata, per quindici minuti a partire dal bollore; sgocciolarli, tenendo l’acqua di cottura da parte, strizzarli, tagliarli a sottili tocchetti di uno o due centimetri. Tritare la cipolla e farla imbiondire nell’olio; unire le acciughe, pulite e spinate, facendole disfare con la forchetta, quindi le sarde, anch’esse completamente spinate e pulite, l’uva passolina, i pinoli e regolare di sale e pepe. Mescolare delicatamente e fare insaporire per dieci minuti. Aggiungere ora i finocchietti e lo zafferano sciolto in due mestoli di acqua di cottura della verdura; mescolare delicatamente, abbassare la fiamma, e far cuocere per altri dieci minuti. In un padellino fare imbiondire il pangrattato. Infine lessare la pasta nell’acqua di cottura dei finocchietti aggiungendo, ove occorra, altra acqua e scolarla al dente. Condire la pasta con la salsa di sarde e finocchietti, sistemarla in una pirofila unta e spolverizzare sulla superficie il pangrattato. Passare in forno a 220 °C per dieci minuti.. Sugo ai ricci- all’uso di Oristano e zone costiere : Ingredienti: 30 ricci di mare, 2 piccoli pomodori, 1 spicchio d’aglio, 1 ciuffetto di prezzemolo, 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale. Preparazione: aprire i ricci, pulirli ed estrarne le uova. Pelare e tritare finemente i due pomodori e il prezzemolo. Versare l’olio in un largo tegame, farvi leggermente soffriggere l’aglio, quindi unire le uova dei ricci. Mescolare per tre o quattro secondi, aggiungere il trito di pomodori e di prezzemolo, il sale e togliere subito dal fuoco. Fare molta attenzione ai tempi di cottura poiché, se cotte a lungo, le uova di riccio diventano amare. I piatti delle cucine mediterranee. .Collage foto con altre ricette. Ajar-Friuli Venezia Giulia; Brodo bruciato porcini-Trentino Alto Adige; Capriata -Puglia; Ciambotta-Basilicata; Pestu-Sardegna; Sugo di Briciole-Toscana .Le regioni vengono rappresentate con le loro peculiarità e ingredienti utilizzati nel corso della storia. Un libro che desidera salvaguardare le cucine del territorio, i suoi prodotti, e preservare il patrimonio culturale e identitario italiano. Usi e costumi, linguaggio di una comunità, storia, natura. E’ il primo volume della collana Biblioteca di Cultura Gastronomica:  Edito da Bolis Edizioni srl , Coordinamento editoriale di Paolo Petroni , Fotografie: oltre 200 a colori , Pagine: 248 . Distribuito in libreria Progetto grafico e impaginazione a cura di JTD Milano Accademia Italiana della Cucina - Istituzione culturale della Repubblica italiana. Fondata da Orio Vergani nel 1953 con  autorevoli esponenti della cultura, dell’industria e del giornalismo dell’epoca tra cui Dino Buzzati Traverso, Dino Villani e Giò Ponti. La volontà è preservare e tutelare le tradizioni culinarie del nostro Paese , facendosi ambasciatori dei principi della civiltà della tavola italiana nel mondo. Salvaguardare i valori della nostra  cucina, quella familiare, nata dalla storia di ogni piccolo Comune dove, con i prodotti propri del territorio, ognuno ha elaborato la sua particolare ricetta. L’importanza di interpretare  a suo modo gli ingredienti a disposizione, per valorizzare e preservare un patrimonio: quello della storia, della cultura e del costume d'Italia. 217 Delegazioni italiane e 87 estere. L’Associazione è stata riconosciuta Istituzione Culturale della Repubblica Italiana, è senza scopo di lucro e conta 8.000 Accademici in tutto il mondo che la sostengono. Presente anche un’ attività editoriale con pubblicazioni di pregio come i gli Itinerari di cultura gastronomica, i Quaderni monotematici e la rivista mensile “Civiltà della Tavola”, organo di informazione sulle attività dell'Accademia. Pubblica dal 1961 la Guida ai Ristoranti: valutazione e segnalazione dei locali in base alla genuinità dei prodotti e le  proposte  dello chef legate ai valori della tradizione classica locale e  quelle innovative della tradizione che evolve. App gratuita della Guida per smartphone e tablet. Tra le pubblicazioni i ricettari: dopo “La Tradizione a Tavola”,  raccolta di 3000 ricette redatta in occasione dell’Expo 2015



















giovedì 8 dicembre 2016

REGALI DI NATALE SOLIDALI 2016


                                   
Oggi inizio a scrivere in merito ai regali di Natale 2016. Vorrei dedicare un’attenzione particolare alla solidarietà che troppo spesso dimentichiamo in questo momento. AIL Milano : 8,9,10,11 dicembre, arrivano le Stelle di Natale AIL . Sul sito elenco Piazze. La stella di Natale è un simbolo di purezza “ di cuore “ un regalo per chi ci è caro. Ma anche un “regalo “ che doni speranza a chi soffre ,un aiuto alla ricerca, all’ assistenza. Quest’anno si celebra il quarantesimo dalla fondazione di AIL Milano. Varie le idee regalo .Teiera in  vetro trasparente h 18 cm. Cioccolatiera in vetro, per fondere il cioccolato a bagnomaria. Ø 10 cm, h 10 cm. Vinaigrette un pratico contenitore in vetro per miscelare olio, aceto e spezie. h 20 cm. Per creare atmosfera per le feste: candela cilindrica rossa in cera prodotta da Cereria Bianchi Ø 10 cm, h 10 . cm; candeliere in vetro, porta tealight a tre fiamme. Ø 12 cm, h 15 cm.; diffusore d’essenze  in vetro, profumatore d’ambiente, con bacchette in legno di sandalo. h. 25 cm. Biglietti augurali, con busta ,AIL realizzati dall’illustratore Alberto Ipsilanti. Tra  le proposte:  Notte di Natale e Albero di Natale. Decori per l’albero: sfere singole in vetro, rosse e trasparenti che possono essere anche agganciate tra loro. Origami Papera in porcellana pendente. L 12 cm, h 10. Non può mancare il pandoro e il panettone. Antica ricetta con ingredienti naturali, Prodotti dall’azienda G. Cova & C. Confezione di praline di torrone assortite, prodotte dall’azienda G. Cova & C., 135 gr. Prosecco Doc extra dry di Conegliano, Valdobbiadene, prodotto dall’azienda agricola Carmina. Consultare il catalogo di Natale con AIL per le altre proposte . Possibilità di ordine online. AIL Milano e Provincia ONLUS è un’organizzazione di volontariato costituita nel 1976 come Sezione dell’Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma. In 40 anni di attività AIL Milano ha contribuito alla ricerca scientifica sulle leucemie e sulle altre emopatie maligne ed è intervenuta nella riduzione – e dove possibile nell’eliminazione – delle situazioni di disagio derivanti dallo stato di malattia. Punto di riferimento per i malati e per le loro famiglie e si ispira ai principi democratici di partecipazione attiva che si realizzano attraverso la contribuzione libera, volontaria e gratuita di quanti intendono mettere a disposizione risorse, competenze e tempo.AIL MILANO Corso Matteotti, 1 - 20121 Milano - T. 02 76015897 - www.ailmilano.it.  “La bottega delle meraviglie “ di ELO . L'associazione Epilessia Lombardia Onlus (ELO) propone idee regalo gourmet. Confezioni assortite con prodotti eccellenti. Salumi piacentini vari, vini piemontesi, riso Carnaroli ” Maestro” ,farina di frumento Bio tipo 1 e molte altre specialità. Foto ©ELO. L'associazione Epilessia Lombardia Onlus (ELO) è un importante punto di riferimento per le persone affette da epilessia e i loro familiari. Risposte concrete e aiuto. Tra le attività svolte:  corretta informazione sull'epilessia per combattere le restrizioni e i pregiudizi posti in atto in ambito sociale nei confronti delle persone affette da questa malattia. Informare le persone con epilessia e le famiglie sulle terapie adeguate e di strutture sanitarie specializzate. Promuovere e organizzare iniziative di supporto e sostegno alle persone affette da epilessia e  loro famigliari. Organizzare incontri presso le scuole con insegnanti, alunni e genitori, su specifiche problematiche relative all'epilessia. Per ulteriori informazioni contattare Epilessia Lombardia Onlus  Via Laghetto 2, 20122 Milano. 02 - 760.008.50 02-89828010. http://www.epilessialombarda.org. Un' altra associazione è Ascolta e Vivi Onlus (AEVO). Si occupa di persone con problemi di udito. Occhio di riguardo ai  bambini nei Paesi in Via di Sviluppo. Nella foto  in Kenya e Ladak.  Aiuti diretti , formazione di operatori sanitari e tecnici locali progetti specifici, realtà ospedaliere e scolastiche, missioni umanitarie. Vostro contributo: adottare a distanza un bambino sordo, per garantirgli un percorso di recupero delle potenzialità uditive e vocali. Contribuire alla donazione di una protesi acustica ad un bambino sordo. Sostenere la formazione di personale locale nelle loro missioni. Diventare Socio Amico o Socio Sostenitore. Un'offerta libera. Per i costi e le modalità contattare  ASSOCIAZIONE ASCOLTA E VIVI ONLUS Via V.Foppa, 15 - 20144 Milano Tel.-Fax. 02/72001824 - e-mail: info@aevo.org .
L’associazione  fornisce attrezzature diagnostiche, strumentazioni e protesi acustiche.  Realizza ambulatori, laboratori e cliniche mobili di supporto alla popolazione locale. Per quanto riguarda la  formazione  permette di reintegrare nel loro tessuto sociale bambini altrimenti destinati ad una forma di isolamento senza ritorno. Rivolta a personale sanitario e insegnanti. In Italia : iniziative di sensibilizzazione e prevenzione in relazione alla salute uditiva. L’associazione , senza scopo di lucro, fu costituita a Milano nel 1999. Professionisti del settore medico: otorinolaringoiatri, audiometristi, audioprotesisti e logopedisti. Si occupa seriamente nella lotta alla sordità in Italia e nei Paesi in via di sviluppo. Foto per gentile concessione ©Associazione Ascolta e vivi.

Per finire perché non sostenere anche la Fondazione Donna a Milano Onlus ? Magari coinvolgendo le amiche. Come ? Finanziando e sostenendo  un loro  progetto . I progetti della Fondazione Donna a Milano Onlus vengono realizzati grazie al sostegno e alla collaborazione di Privati e Istituzioni e-mail generale: info@fdmonlus.it  Tra questi  il Camper dell’Ascolto e-mail  inmezzoalledonne@fdmonlus.it. Presidente della Fondazione la Prof.ssa Maria Rita Gismondo ,Intento è quello di valorizzare il ruolo familiare e sociale della donna, intesa come motore primo, in seno a tali realtà, d’informazione, innovazione e in particolare di gestione della salute. Numerose le attività svolte con personale specializzato di istituzioni, associazioni e sponsor, e volontari. Ascoltare e informare noi donne su diversi temi socio-culturali legati alla prevenzione sanitaria. Maria Rita Gismondo dirige l’UOC Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnosi delle Bioemergenze del Polo Universitario – Azienda Ospedaliera L. Sacco di Milano, dove insegna la stessa disciplina presso il corso di laurea in Medicina e Chirurgia. Ha pubblicato su riviste nazionali ed internazionali oltre  257 lavori. In tutto questo non ha tralasciato l’impegno sociale: ha fondato, e ne è la Presidente, la Fondazione Donna Onlus. Laureata in Scienze Biologiche ed in Medicina e Chirurgia, con specializzazione in Microbiologia e Virologia, ha svolto tirocini in Italia e all’estero, frequentando l’Università di Catania (Microbiologia), la Clinic Microbiology del London Hospital, l’Oral Microbiology Dept. del London Hospital Medical School for Dentistry e l’Institute of Microbiolgy della Tennesse University negli USA. Importanti  premi e riconoscimenti. Coordinate bancarie Banca Prossima – Piazza Paolo Ferrari 10 – 20121 Milano – IBAN: IT 79 A 03359 01600 100000019599 – codice fiscale: 97403460153. http://www.fdmonlus.it. Sono tutte associazioni  molto serie.