mercoledì 30 novembre 2011

FRANCIA : EPERNAY ,nella capitale dello champagne, per il ponte dell’Immacolata

Scoprire La Champagne-Ardenne , indiscussa terra del vino dei vini “, e degustarlo il 9 e 10 dicembre . Dove ?  A Epernay.,in occasione della  les Habits de Lumière, le Maison dello champagne permettono di degustare lo champagne. Epernay è la capitale dello champagne . Situata in regione viticola è legata proprio a questa produzione. Inoltre è sede di molte grandes maisons di Champagne.In questa occasione potrete scoprire : la maison Moët & Chandon , la Maison  Champagne Pol Roger , e molte altre. Da ricordare anche  la maison Mercier e la sua botte più grande del mondo,la maison De Castellane e la sua torre. Molte si trovano in
 Avenue de Champagne, soprannominata l’ "avenue più ricca del mondo".Da visitare anche il Museo del Vino e dello Champagne,  il Museo della Preistoria e dell'Archeologia regionale,il Museo della tradizione "champenoise" (Champagne de Castellane) che raggruppa i musei dei mestieri dello Champagne e della stampa. Champagne e degustazioni gastronomiche per un weekend da favola. Scoprire la Champagne-Ardenne  con le sue cantine e vigneti: la maggior parte delle "maisons dello  Champagne" sono situate a Reims, Epernay e Châlons-en-Champagne. Le loro cantine sono  ricche di storia e di mestieri. Visitandole potrete scoprire curiosità e notizie utili relative a questo vino pregiatissimo. Epernay  può rappresentare  il punto di partenza per conoscere  le maggiori case di questa regione: dalla valle del Marne fino alla montagna di Reims: le cantine di fama mondiale presentano i loro vigneti più celebri. Da visitare poi Reims con ben 4 siti classificati dall'Unesco come patrimonio dell'umanità .Anche qui maisons de champagne e il faro Verzenay - museo della Vigna e del vino (racconta la storia dello Champagne).Bellissima la  Cattedrale di Notre-Dame in stile gotico. Troyes: antica città medievale. La città è “a forma di tappo di champagne (vista dal cielo, gli alberi e i canali disegnano il suddetto "tappo" attorno a 53 ettari di centro storico). È considerata il più bell'insediamento medievale di Francia. Da scoprire:il Museo storico di Troyes e della Champagne
Soggiorni. Hostellerie La Briqueterie Relais & Châteaux. Vinay (Champagne). Nel territorio dello Champagne, a qualche minuto da Epernay, per rilassarsi e degustare  Champagne in mezzo alle vigne e ai giardini. Particolare attenzione alla gastronomia :da provare  le capesante spadellate e il  sugo ai frutti di mare.   Le Parcs les Crayères Relais & Châteaux. Les Crayères: una dimora situata nel cuore di Reims, in un parco di 7 ettari . Il ristorante ha con circa 400 referenze di champagne. Le Moulin du Landion :  un antico mulino ad acqua , molto caratteristico trasformato in  albergo.  A circa  35 minuti da Troyes in Champagne . Due camini vi scalderanno e potrete prendere il sole sulla   terrazza affacciata sul fiume.
.Ogni camera ha un balcone privato. . La sala da pranzo occupa i vecchi edifici attorno alla ruota idrauli ca. Il cibo è di terra come le lumache, selvaggina, formaggi Chaource, salsiccia da Troyes oppure più gourmant con  foie gras, il branzino ,ecc.  Per accompagnare il vostro pasto o per scoprire l’offerta  enologica dei migliori vini locali di Champagne.  Fa parte dei  Relais du Silence, una selezione di indirizzi di charme e carattere in Francia e in Europa.
Les Habits de Lumière è una grande  festa  offerta dal Comune di Epernay:si celebra il suo  patrimonio culinario e culturale.
Foto per gentile concessione –copyright - "Creative Commons”: 1 – 2- c.t. Epernay. 3- Le Moulin du Landion

www.tourisme-champagne-ardenne.com    www.ot-epernay.fr  http://www.habitsdelumiere.epernay.fr/
http://www.epernay.fr/             http://www.reims-tourisme.com/    http://www.tourisme-troyes.com/  http://www.franceguide.com/
http://www.labriqueterie.fr/  http://www.moulindulandion.com/  www.relaisdusilence.com/IT http://www.labriqueterie.fr/

NOMINATI I NUOVI CAVALIERI DELLO CHAMPAGNE


                                                                          

Fondato nel 1656, l’Ordre des Coteaux de Champagne (antica confraternita dello Champagne).conta oltre 4000 membri in tutti i paesi del mondo: dagli Stati Uniti al Giappone, dall’Australia all’Italia. Quest’anno  la cerimonia è avvenuta  nella  Sala di Diana presso la  Reggia della Venaria Reale, Torino. Il Consiglio capitolare dell’ordine presente alla Venaria era composto da importanti personaggi del mondo dello Champagne quali Frédéric Rouzaud, presidente Champagne Louis Roederer, Laurent Gillet, presidente Union Auboise - Champagne Veuve Devaux, Antoine Roland - Billecart, direttore generale Champagne Billecart - Salmon e Olivier de La Giraudiere, direttore Champagne Lanson . I cavalieri  hanno ricevuto  questa speciale onorificenza come riconoscimento  “della loro passione per questo prezioso ed eccellente vino “ e per il loro contributo alla sua immagine in Italia. La consegna è avvenuta da parte dei membri del Consiglio capitolare, formato da viticoltori e Maison della Champagne, che in occasione della cerimonia attribuiscono uno dei tre gradi previsti: Chevalier, Officier e il più alto riconoscimento che è Chambellan. Tra i  cavalieri “ intronizzati “ nel corso della serata: Angelo Valazza (Ristorante Al Sorriso); Federica Peyron (Titolare enoteca del Borgo); Andrea Mana (Direttore food & beveage Hotel Four Seasons Milano); Francesco Eblovi (Ristorante Nuovo Carretto).  Francesco Farinetti, amministratore delegato di Eataly Giancarlo Moretti Polegato, presidente di Villa Sandi. Gli  ospiti hanno poi degustato Champagne millesimati e cuvée speciali serviti in formato magnum. 



martedì 29 novembre 2011

CAVIALE CALVISIUS :un caviale da gustare e regalare

                                                                             
    
Sulla nostra tavola ,a Natale e Capodanno, non può mancare l’ “oro nero “. Piccole e preziose perle tondeggianti, dal sapore marino, che rappresentano una  soluzione perfetta per un aperitivo,  un antipasto, un primo  o secondo piatto . Calvisius Tradition, Calvisius de Venise, Calvisius Oscietra Classic e Calvisius Oscietra Royal, tutti rispettivamente in papaline da 30, 50, 100, 250 e 900 grammi. Le quattro varianti dell’eccellente Caviale prodotto in Italia da Agroittica Lombarda, prodotto tutto italiano di primissima scelta, si presenta ora  sul mercato con un nuovo packaging .CALVISIUS è prodotto da Agroittica Lombarda di Viadana di Calvisano (Brescia), leader mondiale nel suo campo: produce oltre 20 tonnellate annue di uova di storione, in vasche di circa 60 ettari, in una filiera assolutamente eco-friendly e in un ambiente biologico ideale per la riproduzione e la crescita delle specie ittiche più pregiate. Il caviale Calvisius fa parte delle 250 referenze di lusso e qualità assolute elette da Class nel 2011.

sabato 26 novembre 2011

Prps Noir un jeans amato dalle celebrities internazionali

Sean Penn, Tom Cruise, Antonio Banderas, Keanu Reeves, Jude Law, sono solo alcuni degli appassionati di questo prodotto.  I modelli PRPS Noir utilizzano un tessuto realizzato con cotone biologico africano che viene lavorato artigianalmente in laboratori giapponesi da un’azienda famigliare che lavora denim da generazioni.


  Lavaggi con tintura nera in 5 diverse tonalità: dal nero puro sovratinto al più delicato accenno di nero lavorato su un blu jeans vintage. Esclusivi dettagli in pelle e toppe con bandiere giapponesi Hinomaru cucite sugli orli, oltre a toppe Navaho cucite nei rivestimenti. I rivetti cuciti sostituiscono gli accessori metallici tradizionali. La piccola comunità insulare giapponese ha iniziato a collaborare con  Donwan Harrell  e ha messo a disposizione la sua cultura e la sua esperienza per costruire, pezzo per pezzo, i capi di collezione di alta gamma. Il cotone è lavorato e tessuto su vecchi telai a spoletta degli Anni ’50. La tela è tessuta in piccoli lotti contraddistinti dalla cimosa viola tipica del brand. Un processo  lento e difficoltoso che porta al risultato finale di un denim dalla durata superiore con texture e touch unici. Foto Credito: Prps Noir

PARIGI : LANCEL Paris celebra quest’anno 135 anni di alta pelletteria.

                                                               

La maison LANCEL, fondata a Parigi nel 1876 , li ha festeggiati nella boutique sugli Champs-Elysées. Star della moda,  ambasciatrici di charme , tra cui Louise Bourgoin e Sienna Miller star, hanno invitato i loro amici per questo anniversario. 135 ospiti  sono intervenuti  per celebrare 135 anni di “French Légèreté”. Creata una vetrina vivente con un gruppo rock che ha suonato dal vivo .Cena esclusiva con  la cantante Izia e i dj-set  Mark Ronson e sua moglie Josephine de la Baume . Particolare e spettacolare il  decoro creato  da Vincent Darré secondo lo spirito Dalì. Il flagship store  è completamente rinnovato da Christophe Pillet .. Questo anno  la maison  lancerà   nuovi modelli, reinterpretazioni dei modelli storici . Fra i presenti: il designer Ora Ito, Virginie Ledoyen, Mélanie Thierry, Clotilde Courau, Elodie Boucher, Zhang Jingchu, Bianca Brandolini, Alisson Leborges, Garance Doré e Scott Schuman, Emmanuelle Alt, Blanca Li. LANCEL  è una delle più antiche griffe della pelletteria francese, esclusiva, e simbolo  della tradizione e dello stile parigino.
Foto per gentile concessione – copyright

 http://www.lancel.com/

NORVEGIA : A&C I GIOIELLI CHE ARRIVANO DAL NORD

                                                                            
                                                                        
  
Winter Dream è una linea best seller di A&C: una  collezione di accessori  che ricordano la loro terra d’origine. Fiocchi di neve, cristalli di ghiaccio, orsi polari  In argento e bianco candido con applicazioni Swarovski, piccoli charms  smaltati a mano, perline di vetro e acrilico definiti nei dettagli. Arts & Crafts  è un marchio norvegese fondato nel 1984 ed è il risultato dell’incontro di due giovani particolarmente creativi: lei norvegese e lui olandese.  Creano   articoli di gioielleria di alta qualità , con successo internazionale. Le loro creazioni vengono ideate e disegnate in Norvegia e rappresentano la perfetta fusione tra la semplicità scandinava e le tendenze della moda internazionale . Foto per gentile concessione – copyright


LIBRI: RICERCA SUL CAMPO autore Mischa Berlinski

                                                                     

E’ uscito da poco un libro molto interessante che vi consiglio di leggere. Una storia appassionante e profonda. Ricerca sul campo è un libro che introduce suggestioni,  è avvincente , ironico, ed esplora  diversi temi tra cui l’esotismo e la religione.  E’ ambientato in Thailandia, e  la “voce narrante “ è quella dello stesso autore. Il caso dell’antropologa  americana  Martiya van der Leun , deceduta in un carcere thailandese dove scontava una condanna per omicidio, viene indagato e approfondito. Non vi dirò di più per non farvi perdere il gusto della lettura. nasce a New York nel 1973. Studia alla Berkeley University in California e alla Columbia University, per poi lavorare come giornalista freelance in Thailandia. Oggi vive in Italia .
Mischa Berlinski
GRAN VÍA EDIZIONI  - collana altrevie       Foto copyright

venerdì 25 novembre 2011

SVEZIA: NATALE E CAPODANNO nella magia del Nord. Stoccolma e Göteborg per le tue vacanze

                                                                           
( 1 )
  L’inverno è un  periodo molto suggestivo per visitare questo Paese. STOCCOLMA: la città offre un panorama ( 2 ) meraviglioso lungo le rive del mar Baltico e del lago Mälaren. La natura si mescola all’ arte, cultura, eventi e mercatini. Tra questi il mercatino bio del giardino Rosendal con il  caffè sito in una delle sue serre. Da provare  i tour in ( 3 )  battello attraverso l’ arcipelago che circonda la città .. Per lo shopping : la City , i suoi centri commerciali con marchi scandinavi, il quartiere “bene” Östermalm con boutique, negozi di design e gallerie, la Città Vecchia (4 ) con negozietti di souvenir e cianfrusaglie originali e il quartiere di Södermalm.  La sera potrete girare  tra locali trendy e quelli  più tradizionali: dal nuovo ristorante Villa Godthem sull’isola di Djurgården, al ristorante specializzato in eco-food Pontus, dal piccolo food hall Urban Deli - ristorante, bar, delicatessen e negozio di alimentari molto frequentato nel cuore del quartiere SoFo – al bar e music lounge del nuovissimo hotel Scandic Grand Central. E’ il periodo inoltre del buffet tradizionale natalizio: il Julbord,   organizzati tra il 22 novembre e il 25 dicembre.  Da gustare magari durante una crociera nello splendido scenario invernale dell'arcipelago .Eccone alcuni. Grands Veranda, Grand Hotel lusso ( 5 ) .Tradizionale buffet di alta qualità servito nella veranda del ristorante. Vista mozzafiato sul Castello reale e Gamla Stan. 25 novembre – 25 Dicembre. Operakällaren Nello splendido teatro dell'Opera, il ristorante 5 stelle offre un buffet di Natale tradizionale in un ambiente di gran lusso Karl XII’s Torg, 17 novembre - 24 dicembre. I buffet sono una variante del tradizionale smörgåsbord (buffet), composto però da piatti caldi e freddi. Gli invitati si servono delle diverse specialità  seguendo un ordine preciso: si inizia dalle aringhe e dagli affettati, per passare poi ai piatti caldi, ai dessert e ai dolci. Polpettine di carne, prosciutto, paté di fegato, patate e baccalà anguilla e salsicce sono gli ingredienti più comuni del buffet. In Svezia, le festività natalizie iniziano la prima domenica dell'Avvento, quando gli Svedesi si riuniscono per scaldarsi con il glögg, vino caldo speziato  con mandorle e uvetta, servito con dolci allo zafferano e biscotti allo zenzero. Spostiamoci a  GÖTEBORG ( 6 ) la città di Natale. La seconda città più grande di Svezia  si illumina per Natale con istallazioni di design contemporaneo e tradizione . Si apre il mercatino natalizio di Liseberg e le luci bianche illumineranno  il  “Viale della Luce”.Tutto è addobbato secondo lo stile natalizio svedese. Oggettistica e specialità gourmant. C’è anche un Ice Bar interamente realizzato con ghiaccio blu scintillante e una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Si può arrivare a Liseberg con la chiatta “Paddan” sul fiume che attraversa il centro. Il julbord,  buffet natalizio, si arricchisce  di specialità di mare, essendo la zona dei crostacei per eccellenza... Dove assaggiare il gustoso buffet natalizio? . Alcuni indirizzi: il ristorante Hamnkrogen al Liseberg con tante portate a base di crostacei, il ristorante di pesce Sjömagasinet nel porto di Göteborg, servito dal 23/11 al 22/12,oppure al ristorante Wasa Allè, Vasagatan 24, 25/11-22/12. Per gli amanti di  ( 7 )aringhe da provare il buffet del ristorante Salt & Sill situato sul mare sull’isoletta Klädesholmen. Di fianco hotel galleggiante. ( 8 ) Salt & Sill si trova un’ora a nord di Göteborg. Per chi desidera delle vacanze tranquille , in campagna, può recarsi in diversi luoghi poco fuori Göteborg in  ambienti romantici . Vicino alla costa , a nord di Göteborg situata in alto con una meravigliosa vista sul mare,Villa Sjötorp.( 9 ) Costruita nel 1901.è un  hotel di charme con ristorante famoso e certificato .Situato su una baia marina, nei pressi di Orust. Il  ristorante ( 10 )  ha la vista sul mare e sul  giardino. Cucina,( 11 ) basata  su materie prime locali, coltivate in modo biologico. Il pesce ed i crostacei  freschi provengono dal mercato ittico di Göteborg, il pollame da  Mowitz, la carne bovina dagli allevamenti biologici Gröna Gårdar, la selvaggina, le uova ed i  formaggi da Hvena. Abbiamo poi il bellissimo Castello di Thorskog, ( 12 ) un’oasi di classe , pace e tranquillità..Tutte le camere sono arredate in maniera differente l’una dall’altra. Il castello-albergo festeggia quest’anno il suo 25esimo anniversario dall’apertura. Gastronomia. Grazie alle  materie prime di ottima qualità e chef preparatissimi la cucina  ( 13 ) svedese è eccellente. Numerose le stelle Michelin assegnate. I ristoranti Lux e Fond (rispettivamente a Stoccolma e Göteborg), premiati dalla Guida Michelin, comprendono materie prime tipicamente svedesi. Il Lux offre lucioperca affumicato di Skurusund, salmone di Vånö, agnello dell’arcipelago di Stoccolma, formaggio caprino della Fattoria Gullspira e aragosta di Smögen. Sulla costa occidentale, il Fond prepara salmone di Brömsebro, uova di coregone di Piteå, cozze di Mollösund e carne di manzo del Västergötland. Rinomati i crostacei svedesi, in particolare del Bohuslän, sulla costa occidentale. Le acque fredde e limpide del Bohuslän sono fra le migliori  per il loro   sviluppo . Crescita lenta e  dimensioni ridotte sono garanzia di un sapore concentrato. Le capesante, gli astici, le cozze e i gamberetti di queste acque sono squisiti. Infine  le aragoste svedesi appena pescate dalle acque gelide della costa occidentale . Göteborg è una delle destinazioni culinarie di prima qualità. Non solo  crostacei ma anche selvaggina, bacche, funghi e prodotti caseari. Qualità superiore , una produzione locale e coltivazione biologica. Göteborg ha vari ristoranti che possono vantare una stella Michelin: tra questi ( 14 ) il  28+, cucina svedese/francese, e il Thörnströms Kök. Foto per gentile concessione soggette a  copyright. 1 Henrik Trygg - Stockholm Visitors Board; 2 Jeppe Wikström - Stockholm Visitors Board; 3 Stockholm Visitors Board ;  4 View over Old Town/Gamla Stan in Stockholm - Ola Ericson/imagebank.sweden.se ; 5 Veranda ristorante Grand Hotel; 6 città Göteborg; 7-8  Salt & Sill ;9  - 10 – 11 – Villa Sjötorp ; 12 Castello di Thorskog; 13  Miriam Preis/imagebank.sweden.se;14 - Michelin starred restaurant 28+ in Gothenburg - Åsa Dahlgren/Göteborg & Co














STOCCOLMA : FESTEGGIARE IL PREMIO NOBEL E SANTA LUCIA per il ponte dell’Immacolata


                                                                    ( 1 )
 Quest’anno, per la prima volta dal 1974, il premio Nobel della letteratura va a uno svedese: il poeta Thomas Tranströmer. A Stoccolma,  capitale svedese, il 10 dicembre   vengono consegnati i prestigiosi premi Nobel (tranne il Nobel per la pace ) La solenne cerimonia avviene nel Conservatorio, Konserthuset. Seguirà  un(2) maestoso banchetto con 1300 invitati, tra cui i premiati e la famiglia reale, nelle sale del Municipio, ( 3 ) lo Stadshuset. Il menu della serata sarà curato da  Malin Söderström, chef molto conosciuta del ristorante del Museo d’arte contemporanea. Il Municipio, famoso edificio nello stile nazional-romantico, verrà decorato con mimose, garofani, gladioli e altri fiori regalati dalla città di San Remo dove Alfred Nobel morì nel 1896. I non invitati potranno però  festeggiare con champagne al Museo Nobel nella Città Vecchia ( Il museo è ubicato in uno dei palazzi settecenteschi più belli della città ), la sera del 10 dicembre. Il tema della serata Nobel è moda e glamour. Numerose le attività collegate. Per la  serata l’ingresso al museo è gratuito.. Nel ristorante Stadshuskällaren nella cantina del Municipio, si possono ordinare tutti i menu Nobel degli anni precedenti, serviti sul vasellame che viene usato anche dai premiati! Un’occasione da non perdere. Questo premio è stato istituito dalla Banca Nazionale di Svezia nel 1968. Santa Lucia. ( 4 ) Una delle  tradizioni piú care e suggestive.  Il 13 dicembre  la Svezia le rende omaggio   con luci, canti e candele. Si apre con il corteo di Lucia,  canti e processioni illuminate da candele.  La ragazza, che rappresenta la Santa , indossa una  veste bianca con  fascia rossa in vita. Sul capo  una corona di candele, e va in processione  con decine di ragazzi e ragazze in veste bianca. Verrà incoronata a Skansen il 3 dicembre alle  ore 15 sulla piazza Bollnästorget  Dal 9 al 13 dicembre ci saranno concerti in vari luoghi di Skansen e il 13 sfilate e concerti si svolgeranno nel corso di tutta la giornata per concludersi con la rappresentazione di Santa Lucia della Svezia sulla piazza di Bollnästorget alle ore 18. Skansen è il primo museo all’aperto al mondo ed espone una miniatura dell’intera Svezia.E’ nel quartiere di Djurgården . A dicembre viene apparecchiata anche  la tavola del buffet di Natale (Julbord) e gli ambienti sono ornati con le tipiche decorazioni natalizie. Ristorante Stora Gungan , arredato come un ristorante del 1880, propone piatti tradizionali svedesi, caffè e ( 5 ) dolci fatti in casa. Durante Santa Lucia,in città ,  vengono proposti  anche i dolci allo zafferano, "lussebullar”. Nella tradizione svedese, Santa Lucia arriva molto presto al mattino. Potrete ascoltare i  canti in una chiesa illuminata da centinaia di candele : esperienza molto suggestiva.
Foto per gentile concessione-copyright . Foto 1 -Henrik Trygg.. 2 - Jeppe Wikström - Stockholm Visitors Board. 3 -  Henrik Trygg - Stockholm Visitors Board. 4 - Henrik Trygg - Stockholm Visitors Board . 5 -  pane Ristorante Stora Gungan Foto: Marie Andersson

http://www.visitstockholm.com/  http://www.visitsweden.com/  ( tel.per pubblico 02-36006503 )
http://www.nobelprize.org/  www.profilrestauranger.se/stadshuskallaren  www.skansen.se/en

ARTE CULINARIA : MICROONDE WHIRLPOOL MAX 100 Limited Edition

                                                                          
Un forno  glamour caratterizzato da innovazione tecnologica di Whirlpool : un microonde ,in edizione limitata, per gli amanti del lusso e dell’arte culinaria. Si presenta con un design moderno arrotondato,  con una finitura in vetro specchiato. Raffinati i colori: moonlight e bronze. Max Limited Edition è un  microonde  che induce ad una esperienza “ sensoriale “: utilizza la tecnologia led applicata all’interfaccia utente ,semplice ed intuitiva.  Allo  sfioramento  cambia il  colore secondo  la funzione di cottura selezionata. Ad esempio la luce bianca indica che il forno è pronto per iniziare un programma di cottura, quella  rossa è accesa quando si utilizza la funzione , esclusiva, 6° Senso Crisp®. Funzione  per una cottura dorata e   croccante  in un  minor tempo. La luce verde indica lo  scongelamento. E' quindi  possibile interagire con un’interfaccia “ touch-screen “ che ricorda quella di uno smartphone. Capacità di  13-lt, con piatto girevole di  28 cm di diametro Tecnologia ,innovazione, funzionalità , estetica e particolare attenzione alla cottura del cibo.  Da provare per gli appassionati di cucina.


martedì 22 novembre 2011

ANDREA MATTEI , Executive Chef del Ristorante La Magnolia, riceve 1 stella Michelin

                                                                           
      
 Andrea Mattei, Executive Chef del Ristorante La Magnolia dell’Hotel Byron di Forte dei Marmi riceve la stella della Guida Michelin 2012. :“Una grande soddisfazione a riconoscimento degli sforzi fatti negli ultimi anni. Un grazie a tutto lo staff de La Magnolia: in primis al maître Massimo Bartolucci e al sous-chef David De Lucia e a Salvatore Madonna che ci ha messo a disposizione i mezzi per raggiungere questa stella che sembrava non arrivare mai...un punto di partenza con tanti stimoli e motivazioni. È stata una giornata che ricorderò per sempre...”. Così commenta Mattei .  Mattei ama definire la sua cucina ‘semplice’, ma anche  una filosofia che mette al primo posto le esigenze e il benessere del cliente, grazie all’interazione fra cucina, presentazione, ambiente e lavoro di squadra. Per questo  la stella è  un traguardo , e un punto di partenza. Il menu cerca di  soddisfare quelle  le tre esigenze fondamentali di chi va al ristorante:cottura ,  presentazione  e  ambiente perfetti .Il cliente viene coinvolto anche sul servizio : i piatti sono finalizzati sul momento e nel caso di pietanze che comprendano brodo, come gli Agnolotti di razza, carote e ricci di mare, o lo Scorfano, zuppetta di batti batti (dei crostacei tipo cicale di mare), fagioli schiaccioni, rosmarino,  la presentazione è suggestiva per gratificare  il cliente già prima dell’assaggio. Il cameriere porta al tavolo la preparazione e anche una piccola teiera con il brodo che viene versato nel piatto, gesto che coinvolge il cliente, un tocco inusuale che crea curiosità, complicità e ritualità. La descrizione stessa della portata è fatta solo una volta che è stata servita, così che  sia  contestualizzata e il lavoro in cucina visualizzato in ogni suo particolare. Gli ingredienti sono scelti con cura: per i risotti, il riso è solo Acquerello, per la pasta ,ad esempio   i Maltagliati al germe di grano la scelta è caduta sulla pasta prodotta artigianalmente dal cuore del grano dal pastificio Morelli di S. Croce sull’Arno.. La stessa attenzione è riservata alla carne:  l’agnello è quello del territorio di Zeri, in Lunigiana; le pezzature per la fiorentina provengono da un piccolo macellaio di Pietrasanta e il baccalà, quest’anno, arriva direttamente da Bilbao, mentre il pescato è assolutamente locale. Molte idee sul servizio vengono  dal confronto con il maître Massimo Bartolucci  insieme a Salvatore Madonna, proprietario del gruppo Soft Living Places,( di cui fanno parte il Green Park Resort, il Byron Hotel di Forte dei Marmi e l’Hotel Plaza e de Russie di Viareggio ) Varia la carta dei vini con 1150 etichette, con presenza Toscana  nei rossi; una predominanza di vini campani, siciliani e del nord-est Italia per i bianchi e una  selezione di vini francesi. Salvatore Madonna ha così due stelle: la stella del Magnolia e quella del Ristorante Lunasia dell’Hotel Green Park Resort (Chef Luca Landi).“Sono assolutamente felice di un prestigioso riconoscimento come la stella, anzi due stelle, averle prese insieme è ancora più bello e gratificante, e al di la dell’ovvio prestigio per chi insieme a noi in tanti anni ha lavorato con passione dedizione e professionalità, è importante essere entrati nel gotha della gastronomia italiana ed aver riscontrato che abbiamo i requisiti per dire la nostra in questo campo, che per noi ha da sempre avuto un ruolo primario sia per la divulgazione del nostro nome sia per la qualificazione dell’ospitalità” Il ristorante “La Magnolia è situato in una dépendance a due livelli, che affaccia sul giardino e sulla piscina dell’Hotel Byron di Forte dei Marmi (5 stelle lusso).
Hotel Byron, Viale Morin 46, 55042 Forte dei Marmi (Lucca), Tel. 0584/787052

http://www.hotelbyron.net/

LUCA LANDI , Executive Chef del Ristorante Lunasia riceve 1 stella Michelin

                                          
                
Luca Landi, Executive Chef del Ristorante Lunasia del Green Park Resort di Tirrenia (Pisa), ha ricevuto la 1 stella della  Guida Michelin 2012 :  all’insegna della gastronomia italiana in chiave creativa. “La stella è un importantissimo riconoscimento che motiva tutta la squadra che collabora con me, ma deve essere solo l’inizio per costruire una realtà “amena”: la parola etrusca Lunasia, infatti, significa quiete e serenità e su queste sensazioni abbiamo costruito la nostra realtà. La stella Michelin è il segnale che la strada intrapresa è quella giusta”. Questo il commento di Landi. Ha uno stile forte e personale, e propone una sua visione della cucina mediterranea, miscelando con equilibrio  la creatività e  il sapore della cucina toscana . Piatti  attuali , fuori dalla rigida  regionalità seppure riconoscibili.  Luca Landi è al  ristorante gourmet del Green Park Resort dal 2003. La Grande Carte 2011 del Lunasia propone l’ “Alfabeto”: una carta composta alfabeticamente, Ventuno lettere per ventuno piatti che spaziano da un Battuto di baccalà tiepido agrumi, miele e germogli, alla Latteria di ricotta ed erbette, gnudi di capra con la beccaccia, passando per il Mantecato di riso, piselli, lumache ed aglio orsino e finendo con la Tagliata di Fassona ai frutti rossi con mix di patate ed il suo midollo Si può scegliere anche  un’ esperienza  di crudi:   crudo di mare, crostacei, pesci & Co e l’Elaborato: la Fassona antipasto di carne tra il crudo ed il cotto.  Altra proposta la carta  vegetariana, che prevede anche uno dei gelati salati di cui Landi è  maestro.  Né carne né pesce: sformato di asparagi soffiato con gelato di mascarpone e spezie. Per chi ama i primi, le paste fresche, con i Fatti in casa: selezione di paste all’uovo alla Marinara fumé e la Giostra di ravioli di razza, asparagi e coltellacci. Per concludere cinque dessert tra cui il White Russian, lo Yo-yogurt (mousse di yogurt e passion fruit) e la Zagara.
Luca Landi è il responsabile della ristorazione del Green Park Resort di Calambrone-Tirrenia (Pisa) dove offre cucina tradizionale a “Le Ginestre”, ed una personale visione di cucina mediterranea al “Lunasia” dando la sua personale rivisitazione della cucina toscana.
Ristorante LUNASIA del Green Park Resort ,Via delle Magnolie 4 – 56018 Tirrenia – PI tel: 050 3135711 
http://www.greenparkresort.com/

LIBRO: IL POLLO IL CUOCO E LA MOTOCICLETTA di Sergio Maria Teutonico

                                                                               

 Un libro particolare la cui lettura porterà a   compiere una riflessione sul cibo, sulla qualità degli ingredienti e sul giusto modo di alimentarsi:   cucinare e mangiare sono anche  un divertimento e un piacere. Non solo troverete anche  inediti sistemi di cottura (oltre alle tradizionali  indicazioni per cuocere i piatti ).  Scoprirete che si può cucinare senza utilizzare il forno o il piano cottura di casa. Forse non ci avete mai pensato, ma il calore del termosifone, quello dei circuiti del motore di un’automobile, della lavastoviglie e di altri supporti inconsueti, può essere utilizzato (con pochi e semplicissimi accorgimenti) per cuocere un piatto! Immaginate di recarvi al mare un giorno d’estate, per trascorrere una giornata sulla spiaggia, e di trovare al momento di rientrare una teglia di biscotti appena cotti sul cruscotto della vostra autovettura rimasta nel parcheggio. Oppure se siete motociclisti appassionati potrebbe divertirvi l’idea di preparare un gustoso spuntino mentre vi avvicinate alla meta. E che ne direste di utilizzare un forno solare per cucinare «a impatto zero», in modo ecologico e senza rinunciare al gusto? Ricette nelle varie sezioni. Ad esempio: Lavastoviglie: un’alleata insospettabile. Involtini di pollo, 19,Pollo ai fichi, 21,Scampi allo zenzero, 23, Cozze con i pomodorini, 33,Torta della lavastoviglie, 35. 43  Facciamolo sul termosifone!: Cookies al cioccolato, 55,Frollini ai cereali, 57,Frollini ai canditi e frutta secca, 59Frollini all’uvetta. 105 
Motocicletta: cucinare senza impennare (forse): Brodetto del motorista, 111,Polpo al cartoccio, 113, Variante sul salmone, 115. L’autore. Sergio Maria Teutonico executive chef e sommelier professionista, docente di enogastronomia e tecnica alberghiera presso la scuola AFP Colline Astigiane e chef docente di Academia Barilla. Autore di testi enogastronomici (L’altro tartufo del PiemonteChef Academy e La grande scuola di cucina) e protagonista del programma televisivo Chef per un giorno (La7), nonché voce consueta delle ricette di cucina su Radio Capital e Radio DeeJay. Firenze 26 novembre “Teutonico a DEGUSTIBOOKS ore 18.00 - Spazio Siemens . Food Show. Cucina dal vivo con Sergio Maria Teutonico, Chef per la trasmissione di La7 “Chef per un giorno” e presentazione del suo libro Il pollo il cuoco e la motocicletta. (partecipazione soggetta a prenotazione con pagamento del diritto di prenotazione)
Libro «Il pollo il cuoco e la motocicletta», di Sergio Maria Teutonico,consulenza tecnica di Matteo Curti. Foto in copertina: Manuela Rossotto. Foto dell’inserto: Valentina Corbisiero e Manuela Rossotto. Edizioni Anteprima , marchio di Lindau s.r.l

http://www.lindau.it/    
http://www.degustibooks.it/

PORSCHE CARRERA 911 : NUOVO DESIGN E PERFORMANCE

                                                                              
Porsche Carrera 911, un’icona delle macchine sportive, sarà disponibile con i  nuovi modelli  dal prossimo 3 dicembre. Performance, efficienza, sportività e praticità : sono le maggiori caratteristiche . Silhouette bassa ed allungata,  e  dettagli definiti con una precisione senza eguali. Pur restando una 911in linea con la sua tradizione :design Porsche scattante che esprime potenza ed eleganza. La visione frontale  è caratterizzata da un particolare design che mette in risalto che la carreggiata anteriore è più ampia, così da rendere i nuovi modelli sempre più solidamente ancorati alla strada. Gli specchietti retrovisori esterni sono di nuovo disegno ed alloggiati sul bordo superiore della porta. Questo favorisce il profilo aerodinamico e sottolinea il nuovo design e l’impressione visiva di una dimensione maggiore. La carrozzeria alleggerita, completamente nuova, è una combinazione tra alluminio e acciaio, fattore che  ha permesso una riduzione di peso fino a 45 kg. L’ottimizzazione aerodinamica, che include un ampio spoiler posteriore ad estensione variabile, consente inoltre sia di ridurre la portanza della nuova 911 sia di mantenere un ottimo coefficiente aerodinamico. Interno:  il guidatore è più integrato con l’abitacolo grazie alla console centrale che emerge frontalmente in posizione più elevata, con una leva del cambio manuale o del PDK collocato particolarmente vicino allo sterzo, così come nello stile tipico del Motorsport.  Troviamo poi il quadro strumenti con cinque strumenti tra cui uno schermo multifunzionale ad alta risoluzione, il contagiri centrale e l’inserimento della chiave per l’accensione sulla sinistra del volante. La nuova Carrera 911 e la Carrera S aumentano le loro performance e la loro efficienza. Percorrono 100 Km con meno di 10 litri di benzina.  I consumi e le emissioni sono fino al 16% più basse in confronto alle versioni precedenti. C’è l’auto start/stop, la gestione termica del motore, la gestione intelligente del carico dell’alternatore, la trasmissione manuale a sette velocità (prima al mondo) e la possibilità di veleggiare nel caso la vettura sia dotata di  Doppelkupplungsgetriebe (PDK). Inoltre, il nuovo sistema di servosterzo elettro-meccanico offre al guidatore non solo la tipica precisione e feedback Porsche, ma anche aiuta ad incrementare l’efficienza della 911 ed a ridurne i consumi. Performance maggiori in termini di dinamica trasversale. In aggiunta al passo più lungo, la maggiore agilità, la precisione e la stabilità di guida sono basate tra le altre cose, sulla carreggiata frontale più ampia, sul nuovo asse posteriore e sul sistema di servosterzo elettro-meccanico. A seconda del modello, ci sono altri sistemi di controllo attivo di serie o opzionali che migliorano la dinamica di guida. Questo è possibile per il sistema di stabilizzazione attivo, il Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC), disponibile per la prima volta sulla Carrera 911 S. Il sistema riduce l’inclinazione laterale durante la percorrenza in curva, permettendo così agli pneumatici di trovarsi sempre in posizione ottimale in relazione alla superficie della strada e in grado di trasmettere maggiore forza laterale.



LADY GAGA : E’ PROPRIO LEI ?

La cantante americana Lady Gaga indossa un look Burberry Prorsum P/E 2012. Elegante, raffinata, da imitare. Mi piace moltissimo !
Foto per gentile concessione-copyright

sabato 19 novembre 2011

FRANCIA : RICETTE OSTRICHE dall’ Isola d’Oleron e Marennes i luoghi dell’ostricoltura

Pubblico alcune ricette da realizzare con questa prelibatezza. Ostriche Marennes Oléron con acqua di mare cetriolo zenzero, granita (1) . Ingredienti: 4 ostriche + succo + guscio,1 cetriolo centrifugato ,10gr di zenzero Mescolare il cetriolo con succo di ostriche poi mettere in freezer per 45 minuti, mescolando ogni 10 minuti con una forchetta per formare i cristalli. Posizionare un guscio d'ostrica sul sale grosso, inserire la granita, un'ostrica cruda sulla parte superiore e guarnire con pezzi di zenzero tritato finemente. Autore: Xavier TAFFART – restaurant L'Aquarelle Xavier TAFFART - 22 rte Candé 17920 BREUILLET 17920 Hwy 22 Candé Breuillet . Tel : 05 46 22 11 38. Macaron iodato Fines de Claire Marennes Oléron, con burro allo scalogno e vinaigre à l’estragon .(2) Ingrédienti per  25 pezzi di “ macaron iodé “ : 50 grammi di albume d'uovo montato a meringa (con un pizzico di sale e 10 grammi di zucchero semolato), 150 gr di mandorle in polvere,150 gr di zucchero a velo, 50 grammi di albume d'uovo . Alghe PM. Mescolare in modo uniforme mandorle tritate, fiocchi di zucchero a velo e alghe. Aggiungere il vino bianco, mescolare bene. Poi aggiungere con una spatola la  meringa.   Con una tasca da pasticciere preparare una forma di cuore. Mettere su carta forno.. Lasciare riposare 15 minuti, poi cuocere in forno preriscaldato a 160 ° C per 15 minuti. Una volta cotto lasciare raffreddare. Ingrédienti per  les fines de claires e per il burro allo scalogno. 10 Ostriche Fines de Claire n ° 4 sgusciate,150 grammi di burro ammorbidito ,2 scalogni tritati finemente , 1 cucchiaino di aceto di vino bianco- l’estragon Agnes Laurent, sale “Fleur de sel “Pepe macinato fresco. A questo punto  tritare le ostriche e scolarle su un tovagliolo di carta . Mescolare con una spatola il burro, lo scalogno, l’aceto di estragon, sale e pepe. Mettete il composto  in una tasca da pasticcere e disegnare un cuore  come base di macaron. Aggiungervi sopra una piccola quantità di  ostriche tritate.. Posizionare sopra il secondo macaron.. Mettete in frigorifero per un'ora. Servire e gustare con  un bicchiere di Champagne Veuve Cliquot . Autore:Marion MONNIER – La Table de Marion MONNIER Marion - Marion La Table 10 pl Blair 17100 SAINTES 10 pl Blair 17100 SAINTES .Tel : 05 46 74 16 38 . Ostriche Marennes Oléron Claire al caviale d’ Aquitania e composta di cipolle dolci (3). Ingredienti: 8 persone .500 gr di cipolle rosse ,24  ostriche speciali n°3, 50 g di burro ,50 g di olio d'oliva ,timo, foglie di alloro, qb. per condimento .Aprire , rimuovere le ostriche dal guscio e metterle da parte Tritare le cipolle , metterle in olio di oliva e burro per farle “sudare “fino a completa evaporazione. Condire. 4 mele Granny Smith , 125 grammi di caviale d’ Aquitania .Centrifugare le mele e  aggiungere un pizzico di acido ascorbico.Pasta : 500 g di farina tipo 55 setacciata,225 gr di acqua minerale ,1 tuorlo d'uovo ,2 tuorli d'uovo per la doratura.Mescolare tutti gli ingredienti e lasciare riposare la pasta  per 24 ore Ricetta:
. Mettere un cucchiaino di composta di cipolle in ogni ostrica. Ricomporre le ostriche e aggiungere un cucchiaino di succo di mela. Mettere una pallina piccola di 5 grammi di caviale su ogni ostrica. Coprire con la pasta e il tuorlo d'uovo.. Cuocere 7 minuti a 190 ° C. . Autore: Christopher COUTANCEAU– restaurant Richard et Christopher COUTANCEAU . Allée du Mail Plage de la Concurrence 17000. Tel : 05 46 41 48 19. Insalata di  Ostriche Marennes Oléron impanate , con vinaigrette di agrumi e  cardamono .(4) Ingredienti 4 persone :2 dozzine di ostriche Marennes Oléron ,100 gr di Mesclun ,4 arance / 2 limoni,100 grammi di mollica di pane , 50 g di miele ,20 gr di burro ,10 cl di aceto bianco, 10 cl di olio di semi  e 10 cl di oliva ,1 cucchiaio di cardamono in polvere .Sale e pepe . Ricetta. Lavare gli agrumi e togliere la loro scorza.( Conservarne 4 pezzetti , da seccare in forno, per la decorazione.) Mescolate la scorza con il pangrattato Preparare la vinaigrette con arance e Cardamone: spremerle e mettere il cardamono. Aggiungere 50 grammi di miele e portare ad ebollizione due minuti. Togliere dal fuoco. Aggiungere l’aceto bianco ed emulsionare. In questa fase aggiungere i due olii. Conservare a temperatura ambiente. Aprire le ostriche Marennes Oléron e rimuoverle dal loro guscio. In una ciotola, mettere le ostriche e risciacquare la loro acqua.. Impanarle  con il “pangrattato agli agrumi “.Fare un burro fuso e friggere le ostriche un minuto su ogni lato.
Per il condimento. Mettete l'insalata al centro del piatto. Posizionare le ostriche impanate (6 ) a persona) e la Supreme d’ agrumi intorno Cospargere il contorno del piatto con un pizzico di scorza di agrumi essiccate. Condite l'insalata con le ostriche con la  vinaigrette di agrumi e cardamone.  Autore: Marc LE REUN– restaurant Les Jardins d'Aliénor ,11 r Mar Foch 17480 LE CHATEAU D'OLERON .Tel : 05 46 76 48 30
Ile d'Oleron – Marennes. Territorio. “Terra del buon vivere”, dove la natura, il patrimonio, il tempo libero,e la gastronomia vengono soddisfatte. Splendidi paesaggi e condizioni climatiche favorevoli . Oléron, la "luce": è la più grande isola francese sulla costa atlantica. Spiagge ( 5 )bianche sabbiose, numerose con bandiera blu .Potrete praticare vari tipi di sport sia in mare che a terra, o usufruire delle cure termali. Marennes-Oléron vanta  anche un patrimonio che unisce fortificazioni, monumenti marittimi, chiese e architettura locale. Fort Boyard, (6)la maestosa "nave di pietra" è uno dei monumenti più popolari. Da visitare le cittadelle dello Château d'Oléron e Brouage Vauban. Che dire poi di Saint-Pierre d'Oléron, et son port de pêche de la Cotinière, St Georges d'Oléron avec ses petits villages, Chaucre, Domino, Boyarville… e il suo porto (7)di pesca di Cotinière, St Georges d'Oleron con i suoi piccoli borghi, Chaucre, Domino, Boyarville . La Bree les Bains e le sue stradine, e, sulla punta settentrionale dell'isola,a St Denis d'Oleron , (8) Faro Chassiron. I villaggi sono incantevoli La Brée les Bains et ses petites ruelles très authentiques, et enfin, à la pointe nord de l'île, St Denis d'Olérongrazie alle loro stradine. Case dei pescatori con le persiane verdi e blu e   la facciata imbiancata.  A Chateau d'Oleron , vale la pena visitare il mercato , il  porto, le cabine degli artisti. (9) Il territorio offre varie proposte gastronomiche . Oltre alle famose ostriche ci sono cozze, pesce, frutti di mare, frutta e verdura .Da degustare con ottimo vino,con La bière des Naufrageurs (birra)o champagne. Nei ristoranti famosi o piccoli bistrot. Tra i ristoranti: Le Coucher de Soleil. Cucina tradizionale, prodotti regionali:proposte varie dello chef con ricette di ostriche. Le Relais des  Salines (10).Tipiche “cabane oléronaise “.Cucina del territorio preparata con passione in un ambiente conviviale e autentico.(12) Conviene prenotare. Alloggio. Hotel Le Grand Large, 4 stelle,offre una vista spettacolare sul mare.  Il ristorante è di fronte all’oceano. (13) Lo chef propone cucina raffinata. Ricca carta dei vini. La Demeure du Port ( Chambres d'hôtes )(14) Antica casa situata nel cuore di area protetta denominata "La Cayenne". Classificato 4 stelle da Gites de France Elle comporte :e 3 spighe Gîtes de France.(15) Due camere particolari . Les Jardins d'Aliénor: (16)hotel e ristorante. A sud dell 'isola di Oleron, nel cuore della cittadella di Vauban Chateau d'Oleron, ha un  ristorante gourmet. Consigliata prenotazione. ( Attualmente camere in ristrutturazione).
Foto ricette copyright : Françoise NICOL – Design : Virginie MICHELIN - ©Access’Strategy – Florent DUPUY 1-2-3-4 .
Foto 5 spiaggia Sylvain ROUSSILLON, Baptiste HAUGOMAT, SRC – 6-forte- Ora Production, Sylvain ROUSSILLON, Baptiste HAUGOMAT- 7-porto Ora Production, R. Acher, La Maison du Tourisme 8-faro-, Sylvain ROUSSILLON. 9-casette- Sylvain ROUSSILLON, Baptiste HAUGOMAT, SRC e porto salines
Le Coucher de Soleil .52, avenue de la Grande Baie,Route touristique - la Perroche,17550 DOLUS D OLERON. Tél. : 05 46 85 43 67  . Le Relais des  Salines M. James Robert ,Le Port des Salines, Petit Village,17370 LE GRAND VILLAGE PLAGE.  Tél. : 05 46 75 82 42.
Foto 10- 12 - copyright - Le Grand Village Plage (O.T)
Hotel Le Grand Large M. et Mme. Bougnard Mr. e Mrs. Bougnard .Baie de la Rémigeasse Bay Rémigeasse ,17550 DOLUS D OLERON  Foto  13 copyright - Dolus d'Oléron (O.T). La Demeure du Port .M. et Mme. PAPAZOGLOU .25, rue des martyrs,17320 MARENNES.  Tél. : 05 46 85 45 52 .Foto14-15  copyright : Marennes (O.T). Les Jardins d'Aliénor.11, rue du Maréchal Foch - 17480 Le Château d’Oléron. Tél. : 05 46 76 48 30 . foto 16 copyright.



 http://www.huitresmarennesoleron.info/    www.ile-oleron-marennes.com  http://www.franceguide.com/ http://www.le-grand-large.fr/        http://www.lesjardinsdalienor.com/